è l’ultimo fine settimana di agosto ed è il momento giusto per ascoltare Breakdown, una prima anticipazione dal nuovo album dei Peaking Lights, intitolato Cosmic Logic, in uscita a ottobre:

è l’ultimo fine settimana di agosto ed è il momento giusto per ascoltare Breakdown, una prima anticipazione dal nuovo album dei Peaking Lights, intitolato Cosmic Logic, in uscita a ottobre:

una promettente anticipazione dal loro prossimo album Paradise Freaks i Seahawks la offrono con il brano Drifting, dove troviamo come ospite Indra dei Peaking Lights:

una promettente anticipazione dal loro prossimo album Paradise Freaks i Seahawks la offrono con il brano Drifting, dove troviamo come ospite Indra dei Peaking Lights:

Smalltown Supersound pubblica il 12” Sleeper Remixes, con diverse versioni dei brani contenuti nell’album di esordio di Carmen Villain; quelle ad opera di Bjørn Torske e Peaking Lights sono davvero eccezionali:

Smalltown Supersound pubblica il 12” Sleeper Remixes, con diverse versioni dei brani contenuti nell’album di esordio di Carmen Villain; quelle ad opera di Bjørn Torske e Peaking Lights sono davvero eccezionali:

le linee guida per la classifica di fine anno di movimenta sono sempre le stesse: i titoli sono dieci, perchè non sembra sensato nè utile indicare un numero di album superiore ai mesi di cui dovrebbero fare una sintesi; l’album dell’anno è uno - Shields dei Grizzly Bear (che si vanno ad aggiungere così a Deerhunter e Peter Kernel, rispettivamente i migliori nel 2010 e nel 2011); gli altri nove sono indicati in ordine alfabetico:
Jherek Bischoff - Composed
Flying Lotus - Until The Quiet Comes
Julia Holter - Ekstasis
Lukid - Lonely At The Top
Peaking Lights - Lucifer
Shelley Short - Then Come The After
Tindersticks - The Something Rain
Sharon Van Etten - Tramp
Volcano! - Pinata

le linee guida per la classifica di fine anno di movimenta sono sempre le stesse: i titoli sono dieci, perchè non sembra sensato nè utile indicare un numero di album superiore ai mesi di cui dovrebbero fare una sintesi; l’album dell’anno è uno - Shields dei Grizzly Bear (che si vanno ad aggiungere così a Deerhunter e Peter Kernel, rispettivamente i migliori nel 2010 e nel 2011); gli altri nove sono indicati in ordine alfabetico: